Home / Web Marketing / Inbound marketing: qual è il suo significato?
inbound marketing

Inbound marketing: qual è il suo significato?

Il settore del marketing è in continua evoluzione, un settore dinamico in cui stando sempre al passo coi tempi e coi cambiamenti socio culturali,si possono utilizzare diversi metodi e tecniche per riuscire a raggiungere gli obiettivi preposti.
L’inbound marketing ha innanzi tutto lo scopo di creare dell’interesse nei confronti dell’azienda, creare dei contenuti che coinvolgano il cliente fino alla scelta del prodotto.
La chiave di volta dell’inbound marketing sono dunque i contenuti, ma anche il modo e il mezzo attraverso il quale vengono esposti.

Bisogna creare contenuti informativi interessanti e di facile fruizione per tutti, bisogna in un certo senso educare l’utente al funzionamento del prodotto rendendolo assolutamente irresistibile e necessario ai suoi occhi. Il cliente deve capire che ciò che gli state vendendo è fondamentale per risolvere i suoi eventuali problemi.

I metodi per veicolare le informazioni che dobbiamo trasmettere sono molti: video, foto, infografiche, podcast, white paper, blog, social networks, eBook, radio, televisione, fiere, tutto questo funziona perché si basa sulla premessa che il canale usato è quello a cui l’utente ha dato esplicito consenso a comunicare,che sia la radio, il web, la tv o un cartellone, è comunque un mezzo di cui si fida, che gli procura un senso di sicurezza e affidabilità (quante volte ad esempio ci è capitato di ritenere un prodotto affidabile solo per aver visto la pubblicità su un determinato canale?).
La differenza fondamentale tra outbound marketing e inbound è che con l’outbound si cerca di catturare sempre l’attenzione del cliente ma ponendo l’accento non sull’effettivo valore e qualità del prodotto, ma sulla quantità delle persone che vengono informate ,è insomma un vero e proprio tentativo di farsi largo in un oceano,si rischia dunque di rimanere una nota a piè di pagina.Per quanto riguarda l’inbound invece il venditore è anche il protagonista della storia principale, come un oratore d’avanti a un pubblico che già conosce e che non vede l’ora di ascoltarlo.
Un altra differenza tra outbound e inbound è che i risultati ottenuti con l’outbound non sono quantificabili, con l’inbound invece essendo al cento per cento digitale è anche interamente quantificabile,grazie a degli algoritmi che misurano sia la fase di definizione di target che quella di raccolta dati.
Per quanto riguarda le dimensioni dell’azienda si può affermare che il budget influenza sicuramente i risultati, ma non in maniera così profonda, in alcuni casi cercare bene è meglio che cercare tanto.
Con questo articolo si è voluto fare un minimo di chiarezza sul mondo dell’inbound e dell’outbound marketing, sempre più presente nelle nostre vite quotidiane e un ottimo metodo per promuovere le nostre nuove attività.

Check Also

creare mappe mentali

Creare mappe concettuali: programmi e software online

Per chi lavora nel settore del marketing online l’esigenza di creare mappe concettuali e mentali ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *