Home / Social / Social media manager: chi è e cosa fa?
social media manager

Social media manager: chi è e cosa fa?

Quella del social media manager è una figura professionale nata abbastanza recentemente, ma sempre più richiesta nel mondo del digital advertising e del marketing, vista la crescente importanza che i canali social e il web  più in generale rivestono nelle campagne di promozione di brand e aziende.
Un’azienda che voglia ottenere risultati apprezzabili, ha necessità di affidarsi ad un vero esperto del settore (e non al cugggino di turno) che sappia creare una strategia competitiva e coordinare le diverse funzioni all’interno di un gruppo di lavoro, senza lasciare niente al caso.

Molto spesso la strategia di massima viene scelta dal responsabile delle attività di web marketing, per poi essere declinata nei diversi ambiti e aree di intervento: sito web, blog, social, ppc etc. etc.

Ma cerchiamo di capire chi è il social media manager, di cosa si occupa e come intraprendere questa professione.

Chi è il social media manager

Il social media manager è colui che si occupa di curare la presenza di un brand sui canali social e di gestire i diversi profili aziendali esistenti. Può lavorare per aziende, liberi professionisti, società oppure organizzazioni, mettendo a disposizione la sua creatività e le competenze acquisite, per scegliere ed organizzare i canali più adatti a quella particolare realtà, ed ottenere il massimo dei risultati.

Può occuparsi sia dei più grandi social network, come Facebook o Twitter, così come di Linkedin, Pinterest o YouTube, solo per fare qualche esempio.
È chiaro che le conoscenze necessarie in questo settore sono molte, e non si imparano nel giro di poco tempo. È una professione caratterizzata da entusiasmo e costanza, voglia di mettersi in gioco e aggiornarsi sulle continue novità che vengono lanciate.

Richiede inoltre una grande capacità di interagire: è questo che distingue il marketing tradizionale dal social media marketing. Saper comunicare adeguatamente sui canali social infatti prevede che il pubblico non sia solo un passivo spettatore, ma interagisca e cerchi un dialogo, ed è compito del social media manager capire cosa chiede il potenziale cliente e come offrirglielo.

Cosa fa un social media manager

Il suo lavoro ruota intorno a tutto quello che riguarda il social media marketing, pianificando e strutturando ogni sfaccettatura del progetto di promozione aziendale, con il fine di ottenere un programma di interventi mirato ed organico, con le massime performance.

Potremmo dire che il social media manager si occupa della redazione di un piano editoriale, specifico per i singoli canali (sì perché ogni canale ha un suo linguaggio, sue modalità di interazione e quindi contenuti differenti), tarato sul target e sugli obiettivi.

Entrando più nel vivo di questa professione, il social media marketing si occupa di creare visibilità nelle comunità virtuali, attraverso una serie di aree di lavoro specifiche:

  • social media analytics: analizzare le attività e le prestazioni aziendali;
  • social media optimization: la strategia con cui attirare e motivare gli utenti a seguire un profilo;
  • social media advertising: curare le campagne promozionali, le pubblicità e le inserzioni per richiamare traffico;
  • social Content Curation: gestire i contenuti per renderli fruibili e di facile riscontro per gli utenti interessati.

Per non parlare poi dell’attività di community management, volta a gestire le “conversazioni” all’interno della community di ciascun canale. Oggi molti social vengono infatti utilizzati dagli utenti come canali per richiedere informazioni o inviare reclami, una sorta di moderna customer care. Saper gestire correttamente il flusso di informazioni e saper recuperare dai momenti di “crisi” è proprio compito del community manager.

Ovviamente non è possibile avere tutte queste competenze approfondite o per meglio dire, è difficile concentrare tutte queste attività su un singolo professionista. Nel caso di grandi realtà o di progetti particolari il social media manager può circondarsi di figure professionali specifiche per curare i singoli aspetti.
Il compito del social media manager è dunque quello di integrare le diverse attività e di coordinare l’intero team, per portare avanti un progetto caratterizzato da una visione d’insieme comune, senza perdere di vista gli obiettivi a cui puntare.

Scegliere di diventare social media manager

Come diventare social media manager? Indubbiamente il web è una delle principali fonti di sapere in questo campo. Dai blog di guru ed esperti di settore, ai corsi specializzati, ai libri, lo studio non finisce mai, specialmente in un settore come quello di internet, in cui i cambiamenti e le novità sono all’ordine del giorno.

Ma per avere successo in questa professione non basta semplicemente seguire corsi e leggere libri, è necessario essere disposti ad affrontare una lunga gavetta, lavorando al fianco di persone di esperienza.

Sarà allora possibile farsi le ossa sul campo, migliorarsi e poi mettersi in gioco in prima persona, scegliendo se intraprendere la strada di freelance oppure di dipendente aziendale.

In tutti i casi non deve mai mancare la passione, oltre ad una mentalità aperta e innovativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *